Blog

Let’s talk about percussion, drums and teaching!

Il mercato dei corsi di perfezionamento per percussionisti

Percussion courses

Ogni anno che passa nascono per fortuna sempre più corsi di perfezionamento per percussionisti. (Yahoo!!!)

Anche qui in Italia negli ultimi anni si sta sviluppando un’offerta per questo tipo di corsi.  (Yahoo!!!)

MA – c’è un aspetto negativo. Alcuni di questi corsi di perfezionamento sono patacche. (Noooooo!)

Il mercato è mercato. Non importa che si vendano arance, smatphone o corsi di perfezionamento per percussionisti. Il mercato è fatto per vendere. Dunque se non stai attento a chi ti vende cosa, anche se dall’altra parte potrebbe esserci il più grande percussionista del mondo… tu potresti prenderti una patacca. Ecco perché:

 

COS’È UN CORSO DI PERFEZIONAMENTO PER PERCUSSIONI

Prima di tutto intendiamoci. Cos’è un corso di perfezionamento in strumenti a percussione e cosa cambia da una masterclass o da un corso di livello universitario?

Beh, intanto non esistono definizioni ufficiali. PER ME un corso di perfezionamento è una serie di lezioni – di solito una decina – tenute da un insegnante o più insegnanti nel corso di un arco temporale che non supera solitamente l’anno. Queste lezioni hanno come contenuto una parte specifica della prassi sugli strumenti a percussione.

Ad esempio, tipici corsi di perfezionamento potrebbero essere:

  • corsi per preparare i passi per le audizioni orchestrali;
  • corsi sull’improvvisazione jazz al vibrafono;
  • corsi sulla tecnica delle tabla indiane.

Insomma di tutto e di più.

In cosa si differenziano da una masterclass? Di solito la masterclass è svolta in un singolo incontro e viene impartita a più studenti contemporaneamente. Al contrario un corso di perfezionamento si svolge in più incontri e può prevedere ANCHE delle lezioni singole “uno ad uno”.

Rispetto ad un corso universitario invece un corso di perfezionamento non prevede di solito crediti accademici né riconoscimenti specifici al termine.

Una cosa che accomuna un corso di perfezionamento ad una masterclass o ad un corso di livello universitario è che le lezioni sono rivolte per lo più a percussionisti di livello intermedio o avanzato. Spesso il requisito per partecipare a questi corsi è infatti possedere un diploma in strumenti a percussione.

 

QUAL’È IL PROBLEMA

Il problema è che non bisogna per forza essere un grande percussionista per insegnare ad un corso di perfezionamento in strumenti a percussione. Infatti, anche se è raro, a volte spuntano corsi di perfezionamento insegnanti da vari Signor Nessuno che si auto-reputano “i maggiori esperti mondiali di tecnica avanzata di archetto applicato al vibrafono”. Questo a titolo di esempio…

Per stare alla larga da questi corsi basta leggere il curriculum degli insegnanti che li tengono. Quando non si vergognano di pubblicarlo…

Più spesso invece il problema è che alcuni corsi di perfezionamento sono impartiti da grandi percussionisti professionisti che hanno 0 attitudine all’insegnamento. Vediamo alcuni esempi tratti liberamente tratti da varie esperienze concrete che ho vissuto sulla mia pelle o raccontatemi da alcuni miei colleghi.

 

“CAMBIA TUTTA LA TUA IMPOSTAZIONE”

Facciamo finta che tu abbia studiato per anni e anni con un certo tipo di impostazione sui vari strumenti a percussione. Ti iscrivi ad un corso di perfezionamento e l’insegnante ti rivela (udite – udite) che la tua tecnica fa schifo, il tuo suono fa schifo, l’insegnante che hai avuto prima fa schifo. A quel punto ti senti proprio uno schifo.

Così decidi di cambiare impostazione e ripartire da 0, perché “se l’ha detto lui significa che è così“.

Finita quell’esperienza ti senti uno schifo… chiaramente sai che hai ancora tanta strada da fare prima di diventare un “vero” percussionista. Così ti iscrivi ad un altro corso di perfezionamento con un altro insegnante.

Appena questo secondo insegnante ti vede insulta te, le tue mani, il tuo suono e chiaramente l’insegnante che lo ha preceduto. Cominci a farti qualche domanda sul docente precedente ma la risposta sai che è dentro di te ed è questa: siccome oltre a fare schifo sei pure rincretinito non hai capito niente di quello che ti è stato insegnato nel vecchio corso di perfezionamento. Oppure hai studiato poco.

Bene, allora ti rimetti a studiare e nel frattempo, anche se non hai i soldi neanche per comprarti il biglietto del treno per tornare a casa dopo l’ultima lezione del corso, ti iscrivi ad un terzo corso di perfezionamento. Questa volta, oltre al pagamento per le lezioni, devi pure sostenere un’audizione per essere ammesso. D’altronde i grandi Maestri non hanno tempo da perdere con gente che non sa suonare.

I posti per il corso sono 8, oltre a te si presentano altre 4 persone. Dopo l’audizione vi prendono tutti e 5 e tu pensi “che onore!” anche se mentre torni a casa in treno di nuovo ti fai qualche domandina. “Ma se i posti erano 8 e noi eravamo in 5 tutti già diplomati, che senso aveva fare un’audizione?”.

Non importa. Fatto sta che anche questa volta tutto quello che dimostri di saper fare non vale niente. Devi cambiare tutto.

 

ALT. DOMANDA.

Mexican man saying alt

Ma cosa cavolo vuoi fare nella tua vita? È una domanda che mi fa sorridere perché me la sono sentita chiedere molte volte da alcune persone.

Ma qui ti sto chiedendo di riflettere: ha veramente senso continuare a iscriversi a una miriade di corsi di perfezionamento e continuare a sentirsi dire che non va bene come suoni e che devi cambiare tutto?

Perché non provi semplicemente ad approfondire quello che già sai fare e quello che ti piace fare? Sei sicuro che ti servano 3 – 4 persone diverse per spiegarti come si suona un rullo col pollice sul tamburello basco (un esempio di tecnica spiegatami in 3 modi diversi da 3 insegnanti diversi…). Oppure sei sicuro che bisogna far così tanta filosofia su che tipo di suono vuoi ottenere dal passo di Romeo e Giulietta con i piatti orchestrali?

 

CHIARISCI IL TUO OBIETTIVO

Prima di iscriverti e pagare la costosa rata di un nuovo corso di perfezionamento per percussioni allora fatti questa domanda: cosa vuoi ottenere esattamente dal corso?

Il tuo obiettivo deve essere uno e specifico, ad esempio:

  • voglio avere qualche consiglio su come si suonano alcuni passi orchestrali per le audizioni;
  • voglio approfondire lo studio di alcuni brani dal repertorio per marimba;
  • voglio studiare per un po’ di tempo con uno dei miei artisti preferiti.

Se non sai esattamente PERCHÉ vuoi seguire un certo corso di perfezionamento, non iscriverti.

 

PERCUSSIONISTI DEL PASSATO

I percussionisti del passato che ci hanno preceduto erano tutti degli incompetenti perché non avevano fatto abbastanza corsi di perfezionamento?

Certo, alcuni incompetenti che suonano in orchestra o insegnano in Conservatorio ci sono ancora e questi ce li terremo fino al loro pensionamento. C’est la vie.

Ma tutto il resto della stragrande maggioranza dei veri artisti del passato… di loro cosa dobbiamo dire? Quanti corsi di perfezionamento pensi abbiano seguito?

Quanto invece hanno investito su loro stessi e sulle proprie qualità musicali?

 

CONLUSIONI – E DAVID SEARCY

Nella mia carriera ho seguito una miriade di masterclass ma ho pagato per pochissimi corsi di perfezionamento.

Tra questi ricordo con assoluta nitidezza il corso di perfezionamento in timpani tenuto a Soncino qualche anni fa da David Searcy, timpanista dell’Orchestra del Teatro alla Scala dal 1972. Di lui ho parlato già in un paio di articoli: “Timpani: strumenti sopraffini” e “Timpani: un contributo da Alberto “Mac” Macchini

Il corso, che doveva durare alcuni mesi, si condensò in un’unica lezione per problemi di salute del Maestro. Quell’unica lezione ha cambiato per sempre il mio modo di suonare i timpani e rimpiango solo di non aver potuto svolgere altre lezioni con David.

Lo so che non tutti i corsi di perfezionamento in percussioni che ci sono al mondo sono tenuti da artisti e insegnanti del calibro di David Searcy. Ma perché almeno non provare a cercarli?

 

Domanda: hai un’esperienza molto positiva e/o molto negativa da condividere su un corso di perfezionamento che hai seguito? Lascia un commento. 

 

Did you enjoy this article?
Download this FREE Report
Enter your email to join my newsletter and dowload the FREE report "9 Essential Tips for Percussionists", a short collection of advices for your career as professional percussionist