Blog

Let’s talk about percussion, drums and teaching!

La postura sul tamburo

In questo secondo video della serie introduttiva allo studio delle percussioni parlerò della postura sul tamburo, un concetto che potrà poi essere applicato a gran parte degli altri strumenti a percussione. Ma cosa intendiamo per postura in ambito musicale? Intendiamo la relazione fisica tra il musicista e il proprio strumento. È evidente che questa relazione deve essere ottimale per poter suonare bene. Ecco allora i 3 fattori chiave che la determinano:

  • rilassamento del corpo;
  • area della percussione;
  • altezza e distanza dello strumento;

 

RILASSAMENTO DEL CORPO

Sarà banale ma lo dirò comunque: la prima condizione per suonare bene è stare rilassati. Un concetto tanto semplice quanto importante e io stesso ho seguito 3-4 corsi specifici in conservatorio per imparare a stare rilassati. Dei corsi abbastanza inutili peraltro dove non ho imparato quasi nulla dato che ciò che ho appreso è stato grazie ai miei maestri di percussioni e dall’osservazione dei grandi musicisti. Ma la sostanza non cambia: quando si suona il rilassamento è tutto!

Dunque, un buon punto di partenza è pensare al proprio corpo quando si cammina liberamente, come durante una passeggiata: spalle rilassate, schiena dritta, testa alta e peso ben scaricato a terra.

Se si suona seduti il discorso non cambia: solo che oltre a ciò che ho appena detto bisogna fare attenzione ad altre due cose e cioè che la sedia (assolutamente senza braccioli) o il seggiolino non sia né troppo alto né troppo basso e stare seduti in punta per avere libertà nel movimento delle gambe, libertà che sfrutteremo soprattutto quando andremo a suonare la batteria.

 

AREA DELLA PERCUSSIONE

Per area della percussione intendo il punto dove si percuote la pelle con le bacchette. Inserisco questo concetto all’interno di questa lezione sulla postura perché è un fattore determinante anche per la distanza dal tamburo di cui parlerò a breve.

Molti pensano che i tamburi vadano suonati al centro. In verità un tamburo può essere suonato in tanti modi e in tante zone, ma il suono più caratteristico e ricco di armonici è ottenuto suonando leggermente spostati in avanti rispetto al centro.

Area of percussion

Questo per una qualità fisica comune a tutti i tamburi che hanno al centro della pelle il punto di minor risonanza di tutto lo strumento, il punto più secco in altre parole. Dunque è bene suonare perfettamente al centro solo se si vuole ottenere un suono molto definito, con molto attacco e minor risonanza possibile.

Infine è importante precisare un altro fattore di cui spesso non si parla: la posizione della cordiera. Neanche in questo caso esiste una posizione corretta o sbagliata però è bene sapere che se la cordiera è perpendicolare al proprio corpo e noi ci suoniamo “sopra” (dalla parte della pelle battente evidentemente) avremo un suono più definito rispetto a quando suoniamo “fuori” dalla cordiera.

Discorsi inutili…? Prova a suonare il Bolero di Ravel pianissimo sul bordo del tamburo fuori dalla cordiera e poi ne riparliamo!

 

ALTEZZA E DISTANZA DELLO STRUMENTO

È fondamentale capire che è lo strumento che deve essere regolato a seconda dell’altezza dell’esecutore, non il contrario. Tutto questo per assecondare il mantenimento della condizione rilassata di cui ho parlato prima. Per questo è necessario comprare un pad o un tamburo dotato di un sostegno regolabile in altezza.

Detto questo, per determinare l’altezza corretta prova a seguire questo metodo:

  • Parti da una posizione rilassata, con le braccia che cadono in maniera naturale lungo il corpo;Relaxed position
  • Piega le braccia fino a che queste siano più o meno parallele al pavimento;
  • Rilassa i polsi e lascia cadere naturalmente le dita verso il basso;Bend arms
  • Aggiusta l’altezza dello strumento in modo che le dita ne tocchino la superficie;Posture

Fatto…? Ok, abbiamo quasi finito. Fammi dire le ultime due cose sulla distanza che devi mantenere rispetto al tamburo.

Dopo che hai determinato correttamente l’altezza, impugna le bacchette e cammina o sposta il seggiolino fino a che la punta delle bacchette non tocchi la giusta area della percussione della quale ho parlato prima, cioè un punto sulla pelle leggermente spostato in avanti rispetto al centro. Cerca di non spostare le braccia in avanti o indietro mentre ti avvicini allo strumento.

 

BENE, ORA POSSO COMINCIARE A SUONARE?

Porta ancora un po’ di pazienza perché cominceremo a suonare tra pochissimo, non appena ti avrò insegnato come si tengono le bacchette, l’argomento che tratterò nel terzo video di questa serie. Intanto se ti sei perso la prima puntata vai a rivederti il video precedente dove spiegavo cosa bisogna avere per cominciare a studiare gli strumenti a percussione.

Mi raccomando: la postura è un aspetto fondamentale per suonare bene e non farsi del male nel tempo. Tieniti d’occhio ogni tanto, registrati, usa uno specchio, fatti guidare e guardare da un maestro che sappia correggerti se utilizzi una postura scorretta. Ancora una volta, fidati di me.

E come sempre chiedimi pure ciò che vuoi nei commenti. Iscriviti alla mia newsletter e al mio canale youtube per seguire le prossime lezioni, ciao!

 

Domanda: quanto consideri importante la postura per suonare e quanto tempo ci hai dedicato all’inizio dei tuoi studi? Lascia un tuo commento.

PARTE 1 - QUATTRO COSE DA AVERE

PARTE 3 - GRIP

PARTE 4 - PRIMI ESERCIZI

Did you enjoy this article?
Download this FREE Report
Enter your email to join my newsletter and dowload the FREE report "9 Essential Tips for Percussionists", a short collection of advices for your career as professional percussionist