Blog

Let’s talk about percussion, drums and teaching!

Le tastiere a percussione: marimba, vibrafono, xilofono e glockenspiel

 Questi strumenti saranno i protagonisti di questo post che riprende il discorso iniziato con quello sulla classificazione degli strumenti a percussione.

Dunque, ti è venuta fuori così grande che devi camminare da una parte all’altra per raggiungere le estremità? Bene, hai ottenuto una marimba.

Ti sei dimenticato il pedale del pianoforte attaccato e lo strumento è di metallo? Ok, è un vibrafono.

È corto e simile a una piccola… bara?! Tranquillo, è solo uno xilofono.

E se invece lo strumento produce dei suoni acutissimi e fastidiosi? Mi dispiace, è un glockenspiel.

Marimba, vibrafono, xilofono e glockenspiel. Vediamo di che cosa si tratta.

 

MARIMBA – LA REGINA DELLE TASTIERE A PERCUSSIONE

Marimba

Foto by Katie Schenk / CC BY-NC 2.0 / Logo added to original

Intendiamoci: marimba sta a tastiere a percussione come pianoforte sta a strumenti a tastiera..

Usata soprattutto come strumento solista o in ensemble di musica contemporanea, la marimba è la regina delle tastiere a percussione, per estensione, qualità timbrica e repertorio originale.

Viene suonata prevalentemente con 4 bacchette, due per mano, ma ultimamente vengono proposti anche brani dove è necessario l’utilizzo di 6 bacchette (fosse facile suonare con due bacchette in tutto…).

o continuo a sostenere che se Bach avesse conosciuto la marimba al suo tempo, ora ci ritroveremmo con un repertorio fantastico al cui attingere. In mancanza di questo, dobbiamo limitarci alle trascrizioni e agli autori contemporanei.

 

 VIBRAFONO- JAZZ

Vibraphone

Foto by vxla / CC BY 2.0 / Logo added to original

Vibrafono e jazz. L’accostamento è automatico. Prova a suonare una scala blues sulle altre tastiere a percussione, dopo prova a suonarla sul vibrafono. Occorre dire altro…?

Ma il vibrafono non è solo questo. Come la marimba, gode anche di una discreta popolarità nella musica moderna e contemporanea. Oltre a 3 ottave di piastre metalliche il vibrafono ha anche un pedale per attivare o disattivare uno smorzatore. Inoltre possiede un motorino elettrico che aziona delle ventole posizionate all’interno delle canne, provocando il tipico suono vibrato, da cui il nome.

Per spiegarci, riprendendo una metafora usata nelle lezioni concerto dal mio vecchio Maestro, avete presente quando si fa il verso degli indiani d’America mettendosi ritmicamente una mano davanti alla bocca…? Ecco, l’effetto è all’incirca quello.

 

XILOFONO – UNA PICCOLA MARIMBA

XylophoneInsieme al glockenspiel è la tastiera a percussione più utilizzata in orchestra e la più comune nelle scuole a indirizzo musicale.

Non c’è una ragione particolare per questo suo uso prolifico all’interno del sistema scolastico, se non che lo xilofono costa molto meno di una marimba o di un vibrafono.

Per quanto la differenza in termini di denaro lo possa far preferire a molti genitori e dirigenti scolastici, purtroppo lo xilofono non può essere un valido sostituto delle altre tastiere a percussione.

Infatti, oltre all’estensione ridotta e al timbro molto più povero rispetto alla marimba, con lo xilofono è praticamente impossibile iniziare lo studio della tecnica a 4 bacchette.

Sto trattando male questo tastiera? Ma no! E’ uno strumento importantissimo e insieme al glockenspiel la tastiera più suonata in orchestra. E non c’è solo quest’utilizzo. Guarda questo video.

 

GLOCKENSPIEL – FRUSTRANTE (PER ME…)

Glockenspiel

Foto by vxla / CC BY 2.0 / Logo added to original

è arrivato il momento di confessarlo, ma penso di non dire una cosa così impopolare tra i percussionisti: io odio il glockespiel!

Non solo è tra gli strumenti con i passi orchestrali più difficili, ma lo studio su queste minuscole piastrine metalliche si trasforma sempre in una vera tortura per le orecchie perché il timbro è acutissimo e molto penetrante. Risultato: orecchie distrutte e mal di testa assicurato.

A parte le qualità negative, il glockenspiel… beh, a parte le qualità negative, nient’altro da aggiungere. Piccolo, fastidioso, inutile.

…Ok ok. Dovrei forse ammettere di aver esagerato un po’ e dire che, in DETERMINATI CASI, il glockespiel potrebbe risultare uno strumento “interessante”. Ad esempio, come già detto, l’uso che se ne fa in orchestra. Vedere video.

 

CONCLUSION

Descrizione esaustiva? Direi di no. Come sempre, se sei stato colpito dai video, ti invito ad approfondire l’ascolto di questi strumenti, andando a cercare altri materiali sulla rete.

Meglio ancora, vai ad assistere a qualche concerto di un ensemble di percussioni dove le tastiere a percussione rivestono sempre un ruolo di primo piano. Ti consiglio un gruppo a caso: l’Oxygen Percussion Quartet!

Spero che tu adesso sia più consapevole delle differenze tra le quattro principali tastiere a percussione. E la prossima volta che vedrai un glockenspiel ti prego, TI PREGO, non dire al percussionista: “Hey, che bello xilofono!”. Ti prego.

 Ciao!

 

Domanda: Ok, ti avviso che la domanda questa volta sarà molto stupida… Eccola: qual’è la tua tastiera a percussione preferita? Oppure, qual’è la tastiera a percussione che non riesci a sopportare (per me il glockenspiel!)? Lascia un commento!

Did you enjoy this article?
Download this FREE Report
Enter your email to join my newsletter and dowload the FREE report "9 Essential Tips for Percussionists", a short collection of advices for your career as professional percussionist